Birra Gusto Naturale AssoBirra Centro informazione birra Bevi Responsabile Menu AssoBirra
Gli abbinamenti dello chef
Cultura di prodotto

Cultura di servizio

I locali amici della birra

Birra Informa
A tavola con la birra
Bevi responsabile


 

 

DA PIZZA & BIRRA A PIZZE & BIRRE, QUANDO L’ABBINAMENTO È NATURALE

Si fa presto a dire pizza & birra. La crescita della cultura birraria e la riscoperta gourmet della tradizione pizzaiola ha aperto nuovi orizzonti a questo intramontabile must della cena tra amici. Eppure, secondo una ricerca Doxa/AssoBirra che ha fotografato il rapporto degli italiani con questo abbinamento, un terzo degli italiani (36%) quando mangia una pizza, sceglie la birra. Ma solo il 6% cerca la birra giusta in funzione della pizza scelta (o viceversa…).

Ecco i consigli di Marco Bolasco, giornalista enogastronomico esperto di birra, per “districarsi” tra 12 grandi classici e proposte creative.

Pizza & birra, un “gioco” interessante che nasce da materie prime comuni e naturali, come acqua, cereali e lievito (più il luppolo della birra). Un abbinamento “naturale” per nascita, quindi, ma anche per vocazione. Perché la birra è capace di esaltare alcune caratteristiche delle pizze tradizionali e gourmet, in un incontro di sapori e profumi che esalta e arricchisce il gusto della bevanda e del piatto.

Alcune indicazioni: le birre più rotonde e strutturate sposano meglio le componenti grasse più dolci, quelle più leggere sposano pizze con pochi e “garbati” ingredienti. Mentre l’amaro di quelle più luppolate ci aiuta ad accompagnare gli elementi vegetali.

MARGHERITA + PILS: Iniziamo dall’evergreen per eccellenza: la pizza Margherita “chiama” una Pils. Una birra fresca, che alla piacevolezza di beva complessiva unisce l’arma del luppolo, vera e propria bussola del suo gusto che bilancia la grassa sapidità della mozzarella e l’acidità del pomodoro.

MARINARA + WEIZEN: La più antica delle pizze moderne è una pizza di naso, non di bocca, dove il pomodoro si incontra con i profumi di aglio, origano, in alcuni casi le alici. La birra più indicata va cercata tra quelle di frumento. Una Weizen ha la morbidezza di fondo che riprende la base della pizza e una speziatura che completa i profumi del condimento.

NAPOLETANA + BOCK: Come la Margherita, ma con sapori più forti, che la Pils non è in grado di sostenere. Ci vuole il carattere più deciso (e alcolico) di una Bock chiara.

QUATTRO FORMAGGI + ALE: La birra con il cacio si esalta. Ma quando i formaggi sono 4… bisogna cercare l’abbinamento giusto nella famiglia delle Ale. La morbidezza maltata di questa tipologia di birra è la più indicata per corpo e struttura. Su formaggi dal carattere più deciso, cercheremo tra le Belgian Ale. Mentre le IPA si esaltano se i formaggi sono più freschi.

POMODORO, BUFALA E BASILICO + LAGER: Su questa pizza “basic” in cui gli ingredienti del condimento sono crudi, serve una birra “tuttofare”, che accarezzi senza essere invadente. Identikit di una Lager. E se cerchiamo ancora più leggerezza possiamo provare anche un’Analcolica.

MORTADELLA PISTACCHI E STRACCHINO + BLANCHE: una pizza fresca e ricca di profumi, perfetta da dividere con gli amici come aperitivo o per antipasto. Poteva incontrare anche una Pils, ma dà il meglio se accompagnata con una birra fresca e “eccentrica” come la Blanche, capace di giocare (e aggiungere) altri profumi.

FUNGHI PORCINI E MOZZARELLA DI BUFALA + LAGER: I funghi hanno un gusto molto singolare, che non riesce a relazionarsi bene con altri elementi amari. L’equilibro dei cerali tipico della lager riesca a valorizzare anche questo compagno difficile.

AMATRICIANA CON PECORINO ROMANO + BOCK CHIARA: per questa variazione sul tema di un classico romano, ci vuole una birra robusta ma asciutta come la Bock chiara, l’equivalente birrario di un vino bianco strutturato. Con i suoi sapori abbastanza asciutti, è morbida e strutturata senza essere invasiva.

ZUCCA GIALLA, PANCETTA E PROVOLA AFFUMICATA + WEIZEN: Se la dolcezza della zucca è l’ingrediente predominante, la Weizen è perfetta per la sua morbidezza effervescente e si sposa anche con gli altri 2 elementi del condimento.

PARMIGIANA + ALE: La parmigiana è l’esaltazione del mondo vegetale. Per lei ci vuole la dolcezza complessiva, la rotondità del malto e la caratterizzazione del luppolo di una British Ale.

GORGONZOLA E NOCI (SENZA POMODORO) + ABBAZIA: Il formaggio nella sua espressione più intensa, quella erborinata della muffa, vuole una bevanda più complessa come una birra d’Abbazia, possibilmente scura. La maggiore tostatura sostiene il gorgonzola, mentre l’aromaticità finale sta bene con le noci.

MOZZARELLA, ALICI E FIORI DI ZUCCA (SENZA POMODORO) + BLANCHE: Ci vuole una birra floreale come una Blanche per valorizzare un altro fiore, quello di zucca, che altrimenti rischia di star stretto tra l’intensità della mozzarella e delle alici.


 

 

 
Torna SU
 

 
Survey
Infografica

Esperti
Abbinamenti

Blogger

Testimonial

Home page della campagna Pizza e Birra

 


 
AssoBirra - Associazione dei Birrai e dei Maltatori
Viale Pasteur 10
00144 Roma
C.F. 80048110581
Home
Press Room
Guarda e scarica
Faq
Contatti
Disclaimer
Le nostre Campagne
Cookie Policy
Credits


powered by Romavirtuale.com & INC