Mangiare sano con la birra

Che la birra sia una bevanda è innegabile. Il suo componente principale è l’acqua, che rappresenta il 93% circa del totale in volume. Questa sua forte componente acquosa e la presenza di Sali minerali rendono la birra dissetante. Il gusto gradevolmente amarognolo e la presenza di bollicine concorrono ad aumentare la sua piacevolezza e spiegano perché la birra abbia sempre avuto tanto successo come bevanda e venga particolarmente apprezzata ‘estate.

Tuttavia la birra può certamente essere considerata un alimento, perché di fatto apporta calorie alla nostra dieta quotidiana. Anche se va detto che ha un valore calorico piuttosto contenuto: a parità di quantità bevuta, un bicchiere di birra chiara di media gradazione (4,5% vol.) ha circa la metà delle calorie di un bicchiere di vino da pasto di gradazione media.

Disciolti o sospesi nell’acqua della birra vi sono numerosi nutrienti e altre sostanze – come ad esempio i polifenoli, contenuti anche in frutta e verdura – a cui la scienza riconosce oggi un effetto protettivo per la salute.

 

Le calorie di alcune bevande

calorie bevande

 

L’acqua di sorgente usata per produrre la birra è buona fonte di sali minerali, soprattutto potassio e magnesio. Dal malto d’orzo, materia prima fondamentale della birra, derivano piccole quantità di carboidrati sotto forma di malto destrine, destrine e fibra solubile. Malto, luppolo e lieviti sono anche fonte di aminoacidi liberi, vitamine e polifenoli dal prezioso potere antiossidante.

La  birra quindi è un componente di un’alimentazione sana ed equilibrata e può integrare piacevolmente un pasto. Anche perché il luppolo e la piccola quantità di alcol presente stimolano la produzione dei succhi digestivi.

Per sfruttare al massimo gli effetti positivi di una birra a pasto è meglio non consumarla ghiacciata e non berla troppo in fretta, gustandola bene sorso dopo sorso. Durante il pranzo veloce che normalmente interrompe l’attività lavorativa, sarà da preferire una birra chiara e moderatamente alcolica o anche un’alcolica, mentre a cena si potrà scegliere anche tranquillamente una birra più corposa e strutturata in termini di gusto e presenza di alcol.

 

Il profilo nutrizionale* di una “chiara”

birra