Birra ieri e oggi

Nata circa 5.000 anni prima di Cristo nel territorio compreso tra i fiumi Tigri ed Eufrate, la birra si diffuse in tutto l'Egitto, dove fu anche causa del primo sciopero della storia.

In Italia furono gli Etruschi i primi a bere e produrre birra, ma anche i Romani furono buoni sostenitori di questa bevanda che tanto piaceva a Celti, Galli e Germani.

Nel Medioevo la produzione di birra si sposto anche nei monasteri, mentre in Italia, nel Rinascimento, veniva considerata una bevanda per soli uomini, tanto che le donne necessitavano di un certificato medico per poterla bere.

A fine Ottocento alcune scoperte tecnologiche quali la macchina a vapore la macchina a vapore e la macchina per il ghiaccio di Linde permisero la creazione del "freddo artificiale", consentendo cosi uno sviluppo vero e proprio dell' industria birraria su tutto il territorio italiano.

Nel ventesimo secolo la storia e la diffusione della birra in Italia ha conosciuto fasi alterne. Oggi, grazie agli intensi scambi culturali, la birra e oggetto di nuova curiosita da parte di un consumatore piu attento al gusto, alla qualita e al valore nutrizionale di cio che mangia e beve.

Storia della birra in dieci date

Ca. 5.000 a.C.
Nasce la birra in Mesopotamia

1.728-1.686 a.C.
Mesopotamia: viene emanato il Codice di Hammourabi, con la prima legge sulla birra

1.000 d.C.
Nord-Europa: nei monasteri viene utilizzato per la prima volta il luppolo per produrre la birra

1.516
Germania: si promulga l'Editto sulla Purezza della Birra

1.620
America: arriva la birra, importata dai Padri Pellegrini

1.789
Nizza Marittima: apre la prima fabbrica di birra italiana

1.907
Italia: nasce l'Unione degli industriali della Birra

1.929
Italia: nasce lo slogan "Chi beve birra campa cent'anni"

1960-65
Italia: arriva il frigorifero, la birra entra nelle case

2007
Italia: l'alta gastronomia scopre la birra (e la carta delle birre)